Aggiornato il 03/09/2021 by CedDgtno

Le disposizioni dell’Accordo vigente ( Circolare Prot. n°25672 del 9 agosto 2021 – Svizzera-Conversioni di patenti di guida – ) si applicano a tutte le patenti elvetiche rilasciate sia prima che dopo l’acquisizione della residenza da parte del titolare nel territorio italiano (art. 7 dell’Accordo ).

Non possono essere convertite patenti ottenute in sostituzione di un documento estero non convertibile in Italia.

Domanda redatta su apposito modello denominato mod.TT 2112 in distribuzione presso i nostri Uffici (annotare su tale modello un recapito telefonico o un indirizzo e-mail presso cui poter essere contattati in caso di necessità);

Versamenti :

Possono essere effettuati presso gli Uffici Postali o si può procedere al Pagamento on Line . I c/c sono in distribuzione presso gli Uffici dell’UMC e gli Uffici Postali e i codici causali non sono obbligatori .

I bollettini di conto corrente postale n. 9001 pagati presso Uffici Postali e finalizzati alla richiesta di operazioni di motorizzazione, avranno validità soltanto nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi

  • redatti su c./c. 9001 di Euro 10,20 – le attestazioni di avvenuto pagamento devono essere incollate negli appositi spazi;
  • redatti su c./c. 4028 di Euro 32 – le attestazioni di avvenuto pagamento devono essere incollate negli appositi spazi;

Dichiarazione sostitutiva di certificazione redatta su apposito MODULO con l’indicazione di:

  • attuale residenza;
  • data (con indicazione del giorno, mese, anno) e luogo di prima acquisizione della residenza in Italia specificando il Paese Estero di provenienza;

Certificato Medico dematerializzato, in bollo da assolvere con versamento sul c/c 4028 con foto ( con data non anteriore a tre mesi) rilasciato dall’Ufficiale Medico Sanitario di cui all’art. 119 comma 2 o 4 del Codice della Strada (medico appartenente all’Ufficio della Azienda Sanitaria Locale “ASL”, medico militare medico FFSS.) e fotocopia dello stesso;

Patente  straniera in corso di validità in originale e una fotocopia completa della stessa;

Fotocopia carta di identità

Fotocopia codice fiscale

Se la patente svizzera è smarrita oppure oggetto di furto, la documentazione di rito dovrà essere corredata anche con:

  • la denuncia di smarrimento o furto (originale in visione + copia) della patente svizzera di cui si chiede il duplicato;
  • l’attestazione rilasciata dalla Rappresentanza diplomatica svizzera che dovrà specificare tutti i dati della patente elvetica necessari al rilascio della patente italiana, che sulla patente stessa non gravano provvedimenti restrittivi e se la patente è stata rilasciata per esami oppure per conversione di altro documento; in questo ultimo caso dovrà essere indicato lo Stato di primo rilascio, per permettere l’applicazione dell’art. 8 dell’Accordo (infatti ai sensi del citato art. 8 non è possibile accettare richieste di conversione o duplicato di patenti svizzere ottenute in sostituzione di un documento estero non convertibile in Italia).

I titolari di patente svizzera con cittadinanza svizzera sono esonerati di esibire il permesso di soggiorno. In tutti gli altri casi i cittadini extracomunitari dovranno, inoltre, esibire (in originale o in copia autenticata o in copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all’originale in proprio possesso) anche il permesso di Soggiorno o la Carta di Soggiorno (più fotocopia) tanto al momento della presentazione della richiesta quanto al momento del rilascio del provvedimento. Saranno , inoltre, ritenute valide ai fini dell’espletamento di tutte le pratiche presentate presso l’Ufficio Motorizzazione dai cittadini extracomunitari, anche le ricevute postali attestanti l’istanza di primo rilascio o di rinnovo del permesso di soggiorno(in quest’ultimo caso occorre allegare fotocopia del permesso di soggiorno scaduto).

Fotocopia carta di identità

Fotocopia codice fiscale

SOGGETTI LEGITTIMATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA