Aggiornato il 19/10/2020 by CedDgtno

La richiesta deve essere firmata dall’intestatario del veicolo, dall’erede o dal proprietario che per qualsiasi motivo, non risulti intestatario al P.R.A. . Nel caso di radiazione per Demolizione e per Esportazione definitiva del veicolo occorre rivolgersi presso gli uffici dove è stato istituito lo Sportello Telematico:

  • presso l’Ufficio Motorizzazione Civile;
  • presso l’A.C.I. Automobile Club Italia;
  • presso il P.R.A. Pubblico Registro Automobilistico;
  • presso le Imprese di Consulenza Automobilistica abilitate al servizio.

Per tutti gli altri casi (ad esempio perdita di possesso del veicolo per furto) è competente il Pubblico Registro Automobilistico P.R.A. .

Nel caso di radiazione per Demolizione

  • Carta di Circolazione in originale (o denuncia di smarrimento o di furto sporta all’autorità di P.S.);
  • C.D.P. Certificato di Proprietà in originale (in caso contrario rivolgersi direttamente al Pubblico Registro Automobilistico P.R.A.) o Foglio Complementare;
  • Lettera del Demolitore dove è riportato il codice demolitore più copia del registro del demolitore;
  • Targhe del veicolo (o denuncia di smarrimento o di furto sporta all’autorità di P.S.);

Ricevuta del pagamento (di € 45,50 ) Formalità PRA da effettuare utilizzando il seguente link: https://iservizi.aci.it/PagamentoFormalita/

Nel caso di radiazione per Esportazione definitiva del veicolo in un paese UE

  • Documento di trasporto (ad es. il CMR o Lettera di vettura internazionale), che può essere allegato in fotocopia, deve comprovare l’avvenuta esportazione del veicolo attraverso l’indicazione della targa o telaio e, ovviamente, deve essere integrato con la ricevuta di consegna al destinatario estero. Nel caso in cui il CMR sia in lingua estera non è necessaria la traduzione asseverata estero.
  • Carta di Circolazione in originale;
  • C.D.P. Certificato di Proprietà in originale (in caso contrario rivolgersi direttamente al Pubblico Registro automobilistico P.R.A.) o Foglio Complementare;
  • Targhe del veicolo (o denuncia di smarrimento o di furto sporta all’autorità di P.S.);

Versamenti :

Possono essere effettuati presso gli Uffici Postali o si può procedere al Pagamento on Line . I c/c sono in distribuzione presso gli Uffici dell’UMC e gli Uffici Postali e i codici causali non sono obbligatori .

I bollettini di conto corrente postale n. 9001 pagati presso Uffici Postali e finalizzati alla richiesta di operazioni di motorizzazione, avranno validità soltanto nel mese in cui avviene il pagamento e nei tre mesi successivi

  • Ricevuta del pagamento (di € 45,50 ) Formalità PRA da effettuare utilizzando il seguente link ( https://iservizi.aci.it/PagamentoFormalita/ ) . Nel caso in cui non è possibile consegnare il C.D.P. Certificato di Proprietà in originale, l’importo per le formalità PRA sarà di 61,50 €
  • redatti su c./c. 9001 di Euro 10,20 – le attestazioni di avvenuto pagamento devono essere incollate negli appositi spazi;

Nel caso di radiazione per Esportazione definitiva del veicolo in un paese extra UE. :

In alternativa al documento di trasporto, la definitiva esportazione può essere comprovata allegando all’istanza, Fotocopia della bolla doganale.

La dichiarazione di esportazione è identificata univocamente da un codice alfanumerico a 18 cifre chiamato MRN (Movement Reference Number) riportato sulla bolla doganale.

Carta di Circolazione in originale (o denuncia di smarrimento o di furto sporta all’autorità di P.S.);

C.D.P. Certificato di Proprietà in originale (in caso contrario rivolgersi direttamente al Pubblico Registro automobilistico P.R.A.) o Foglio Complementare;

Targhe del veicolo (o denuncia di smarrimento o di furto sporta all’autorità di P.S.);

Ricevuta del pagamento (di € 45,50 ) Formalità PRA da effettuare utilizzando il seguente link: https://iservizi.aci.it/PagamentoFormalita/

Soggetti legittimati alla presentazione della domanda:

  • Diretto Interessato esibendo un documento di identità in corso di validità;
  • Persona delegata con documento di identità in corso di validità munita di DELEGA su carta semplice sottoscritta dal titolare della domanda più fotocopia del documento di identità del delegante in corso di validità; la suddetta delega deve essere presentata tanto al momento della presentazione della domanda quanto al momento del ritiro del documento richiesto.
  • Dal proprietario non intestatario al P.R.A. oltre alla ordinaria documentazione occorre allegare: titolo di acquisto del bene, autenticato nelle forme vigenti o dichiarazione sostitutiva di atto notorio in bollo da cui risulti l’acquisto ed i motivi per cui non si è in possesso del titolo di acquisto. Tale dichiarazione deve contenere le generalità complete e la residenza del proprietario e i dati del veicolo. Nota bene:. se il proprietario non ha acquistato il veicolo dall’intestatario al P.R.A. non è possibile sostituire il foglio complementare o il Certificato di Proprietà con la relativa denuncia di furto o smarrimento.
  • Dall’erede dell’intestatario del veicolo, oltre alla ordinaria documentazione occorre allegare:
    • Se si tratta di discendente, ascendente o coniuge: dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art.47 DPR 415/00 contenente l’attestazione sia della qualità di erede che la data della morte;
    • Se si tratta di persona diversa dalle precedenti: certificato di morte in carta semplice e dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell’art.47 DPR 415/00 contenente l’attestazione della qualità di erede. Nota bene: la nota dovrà essere compilata con i dati della persona deceduta e con il suo codice fiscale.
  • Studio di Consulenza Automobilistica.

Se il richiedente non è in possesso di carta di identità italiana, l’identificazione può avvenire tramite documento di riconoscimento equipollente, rilasciato da una amministrazione dello Stato italiano o di altri Stati.

Se il documento è redatto in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana (tranne i casi in cui esistono esenzioni stabilite da leggi o accordi internazionali) redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare e legalizzata in prefettura, ovvero da un traduttore e giurata innanzi al cancelliere giudiziario o notaio.